La stazione marittima di Salerno è stata progettata dall'architetto anglo-irachena Zaha Hadid e inaugurata il 25 aprile 2016.
    Si tratta di un'opera che occupa 4.500 m² e per certi versi visionaria che ha fatto parlare di sè gli esperti.
    <<un'ostrica con un guscio duro esterno che racchiude elementi fluidi e morbidi all'interno; una copertura "temprata" che costituisce uno scudo protettivo dall'intenso sole del Mediterraneo. >>
    Così ha definito l'opera lo studio che ne ha curato la progettazione. Linee sinuose e molte vetrate affacciate sulla città e sulla Costiera Amalfitana vogliono in qualche modo costituire un punto di congiunzione tra la terra e il mare.
    In questi anni la stazione è diventata una delle attrazioni della città e gli amanti dell'arte e dell'architettura moderna non mancano di visitarla.
    Da un punto di vista funzionale l'edificio è un punto di attesa e di ristoro per chi deve imbarcarsi o sbarcare dalle navi crociera o dai traghetti.
    L'edificio viene utilizzato anche per mostre ed eventi culturali.